fbpx Kazutoshi Narita | Krug

Kazutoshi Narita

Sugalabo, Tokyo, Giappone
icons/arrow Created with Sketch.
icons/arrow Created with Sketch.

COSA SIGNIFICA PER TE CUCINARE?

Cucinare per me è esprimere un significato. Mio padre mi ha fatto amare questa professione e, negli anni, ho imparato che devo fare del mio meglio in ogni circostanza. Ogni piatto che creo è un modo di condividere nuove idee ed esperienze con i miei ospiti. 

COSA SIGNIFICA PER TE CUCINARE?

Cucinare per me è esprimere un significato. Mio padre mi ha fatto amare questa professione e, negli anni, ho imparato che devo fare del mio meglio in ogni circostanza. Ogni piatto che creo è un modo di condividere nuove idee ed esperienze con i miei ospiti. 

Uso spesso le verdure nelle mie ricette dolci, ma questa è stata la prima volta che ho usato il peperone, perché è un ingrediente insolito per un dessert giapponese.
Puoi descriverci il tuo approccio creativo?
Per ogni nuova creazione, scelgo spesso gli ingredienti in base al loro colore, determinato da proprietà scientifiche, come per esempio il contenuto di clorofilla, che influenza anche il gusto. Così, ingredienti di tonalità simile spesso si accompagnano bene tra loro. Disegno ogni dessert, con grande attenzione alla presentazione. Per esempio, dato che il peperone Aka Manganji che ho scelto per questa ricetta è triangolare, ho deciso di servirlo su un piatto rotondo.
Ti è sempre piaciuto usare i peperoni in cucina?
Uso spesso le verdure nelle mie ricette dolci, ma questa è stata la prima volta che ho usato il peperone, perché è un ingrediente insolito per un dessert giapponese. È stata una sfida lavorare con questo ortaggio, ma tutto sommato non è stata una sorpresa provare a cucinarlo, perché amo sperimentare con ingredienti che tradizionalmente non si usano nei dessert.
Conosci qualche storia sui peperoni appartenente alla tua cultura?
Il peperone Aka Manganji è un incrocio tra il peperone Fushimi e il California Wonder. Viene coltivato a Maizuru City, nell’area di Kyoto, fiorente porto commerciale nella tarda era Taisho (anni ‘20).
Ricordi il tuo primo calice di Krug?
Anni fa, quando lavoravo nella Champagne, ogni domenica visitavo diverse cantine e partecipavo alle degustazioni. Quando ho degustato per la prima volta Krug Grande Cuvée, ricordo di essere rimasto stupito dalla sua complessità; è diventato subito il mio Champagne preferito. Come Krug, le mie creazioni riuniscono molti aromi diversi.

Una discussione con Kazutoshi Narita

ALL KRUG Chefs

icons/arrow Created with Sketch.
icons/arrow Created with Sketch.
Krug Grande Cuvée — Grand Soleil
00:13