fbpx Il valore dell’individualità, dalla terra al mare | Krug

Il valore dell’individualità, dalla terra al mare

01 January, 2018

Lo Chef de Caves di Krug, Eric Lebel, riflette su come a partire da una visione di fondo unica si possa arrivare a una moltitudine di possibilità creative.

Circa dieci anni dopo essere diventato Chef de Caves di Krug, nel 1998, mi è stato presentato un tesoro proveniente dal passato: il taccuino personale di Joseph Krug, il lungimirante fondatore della Maison, che rivelava il suo esclusivo approccio alla creazione di uno Champagne mai degustato prima di allora.

Circa dieci anni dopo essere diventato Chef de Caves di Krug, nel 1998, mi è stato presentato un tesoro proveniente dal passato: il taccuino personale di Joseph Krug, il lungimirante fondatore della Maison, che rivelava il suo esclusivo approccio alla creazione di uno Champagne mai degustato prima di allora.

Forte di una filosofia che non ammetteva compromessi, stabilì le basi di ciò che mi ispira e guida ogni giorno dell’anno: l’idea che ogni singolo vino con cui sono composti gli Champagne Krug abbia una propria personalità, dalle sue origini come singolo vigneto fino al suo particolare ruolo nell’assemblaggio. Joseph Krug era tenacemente convinto che solo prestando la massima attenzione ad ogni singolo elemento si potesse offrire il meglio dello Champagne anno dopo anno, indipendentemente dalle variazioni climatiche. Proprio da questa visione nasce l’esclusiva arte di Krug di considerare ogni vigneto come un singolo ingrediente. Poter sostenere pienamente la filosofia di Joseph Krug è un onore che deriva dalle relazioni che ho instaurato con i viticoltori della Maison. Non appena metto piede in una vigna, cerco subito di capire il carattere di ogni appezzamento che loro già conoscono così bene. Consapevole di ciò, ogni anno, ricorro a circa 250 vini dell’annata presente e a 150 vini di riserva di 14 annate diverse, oltre alle 4000 note di degustazione raccolte dal Comitato di Degustazione per creare la massima espressione dello Champagne. Ogni Édition è creata nuovamente e la sua storia esclusiva viene rivelata grazie al Krug iD indicato sull’etichetta posteriore di ogni bottiglia.

È proprio questa profonda comprensione della natura, e l’instancabile tentativo di creare esperienze indimenticabili, che condivido con gli Chef delle Krug Ambassade, che ogni anno creano nuovi abbinamenti con lo Champagne Krug a partire da un unico ingrediente.
Quest’anno hanno intrapreso una nuova avventura in mare alla ricerca dell’ingrediente perfetto. Proprio come un vigneto non è mai uguale ad un altro, lo stesso accade per il pesce. Come potrete scoprire quando vi immergerete nell’esperienza Krug x Fish, ogni chef preparerà quel pesce in molti modi diversi e ispiratori.
Spero vi accorgerete che al centro di questa avventura c’è il legame dell’uomo con la natura come in questo caso, con il mare. I pescatori sono stati per questi chef ciò che i viticoltori rappresentano per la Maison Krug: è grazie alla loro passione, rigore e attenzione al dettaglio che possiamo realizzare concretamente la filosofia dell’individualità, un principio cardine dell’abilità creativa di Krug. Leggere il resoconto del viaggio degli chef di Krug x Fish qui.

Il valore dell’individualità, dalla terra al mare

ALL KRUG STORIES

27 August, 2019

KRUG X PIEMONTE

L’eccellenza gastronomica italiana incontra la Maison Krug
SCOPRIRE DI PIÙ
09 October, 2018

Krug presenta il cofanetto “Du Soliste à l’orchestre en 2002 acte II”

Tre diverse espressioni musicali in un cofanetto in edizione limitata che include tre delle creazioni Krug dell’anno 2002.
SCOPRIRE DI PIÙ
01 January, 2018

Krug presenta il cofanetto “Du Soliste à l’orchestre en 2004 acte I"

Questo cofanetto in edizione limitata contiene tre delle creazioni Krug ispirate dall’anno 2004, ciascuna delle quali offre una propria, inconfondibile melodia.
SCOPRIRE DI PIÙ
icons/arrow Created with Sketch.
icons/arrow Created with Sketch.
Krug Grande Cuvée — Grand Soleil
00:13